blogo, informazione indipendente
Logo Blogosfere

Immigrati triplicati in 10 anni, ma la crisi li fa ripartire

Lunedì 30 Aprile 2012, 12:27 in Politica di

Immigrati triplicati in dieci anni, ma una parte di loro è fuggita o è in fuga a causa della crisi economica. Tutti i dati sull'immigrazione in Italia.

iMMIGRAZIONE istat.jpg
Immigrazione: ecco due dati ISTAT recenti, elaborati col censimento: a) la popolazione immigrata in Italia è triplicata, passando da 1 milione 300 mila persone nel 2001 a 4,5 milioni nel 2011 (pochi mesi fa Istat dava 3,7 milioni).
b) la crisi avrebbe rimandato indietro o spostato in altre nazioni europee da 400,000 a un milione di immigrati.

DATI SULL'IMMIGRAZIONE IN ITALIA
Riguardo il numero totale di immigrati, nel 2011 erano 4.570.317 gli stranieri residenti in Italia, con un incremento di 335.000 rispetto all'anno precedente (+7,9%).

Nel 2010 sono nati circa 78.000 bambini stranieri, il 13,9% del totale. La percentuale di cittadini stranieri è salita al 7,5% dal 7% registrato un anno prima. I rumeni sono maggioritari, con un milione di presenze. In Lombardia in totale ci sono un milione e 269mila immigrati (23% del totale nazionale). 

Per quanto riguarda le percentuali nei comuni, il dato generale vede in testa il Nord Italia, dove tra i maggiori comuni, quello di Brescia ha il 16% di popolazione residente di provenienza estera.
Rocca dei Giorgi (PV) è leader dell'immigrazione tra i comuni piccoli, col 36,3% di popolazione straniera.

Riguardo il numero totale di immigrati, nel 2011 erano 4.570.317 gli stranieri residenti in Italia, con un incremento di 335.000 rispetto all'anno precedente (+7,9%).
Nel 2010 sono nati circa 78.000 bambini stranieri, il 13,9% del totale. La percentuale di cittadini stranieri è salita al 7,5% dal 7% registrato un anno prima. I rumeni sono maggioritari, con un milione di presenze.

LA CRISI ECONOMICA FA FUGGIRE GLI IMMIGRATI
Tra il 2001 e il 2011 la popolazione italiana è cresciuta di 2,6 milioni di abitanti, grazie all'immigrazione. Si tratta infatti di un incremento statistico significativo, dopo decenni di crisi demografica (con conseguente peggioramento economico: una popolazione giovane è fondamentale).

Un dato in controtendenza riguarda i 397.000 stranieri dotati di permesso di soggiorno temporaneo. "In gran parte sono rientrati in patria a causa della crisi economica", secondo la Fondazione Ismu. Questo sarebbe evidente soprattutto tra gli immigrati Polacchi, ma anche Rumeni e Albanesi, nazioni che sono in crescita economica.
Lo stesso avviene per i maghrebini, che utilizzano l'Italia come terra di transito verso la Francia e il nord Europa. Per tutti conta soprattutto la crisi nelle costruzioni edilizie. Inoltre, nazioni maghrebine come il Marocco sono in crescita economica e ci stanno superando anche in qualità della burocrazia e nella capacità di attrarre investitori internazionali.

0

Seguici

Iscriviti ai nostri feed rss. Leggi in tempo reale tutti i post pubblicati dal blogger!

Post in evidenza su Blogosfere